Le basi di un grande inizio poggiano sulla terra.

preparazione del campo

LA SCELTA E PREPARAZIONE DEL TERRENO


La scelta del sito di coltivazione avviene dopo un’attenta analisi del terreno e una valutazione delle peculiarità pedo-climatiche più adatte al tipo di pianta che si intende produrre. Il terreno viene predisposto per la lavorazione, livellato per evitare qualsiasi tipo di ristagno e sottoposto a tutti i processi necessari per favorire lo sviluppo delle colture e prevenire l’insorgenza di patologie.
La solarizzazione, ad esempio, è un metodo naturale di sterilizzazione del terreno da funghi patogeni ed erbe infestanti, consentito anche in agricoltura biologica.
Al fine di evitare l’impoverimento di sostanza organica da parte del terreno, impieghiamo fertilizzanti organici “pellettati”.

Da piccoli semi, nasce la grande qualità.

la semina

LA SELEZIONE DEL SEME E LA FASE DI SEMINA


La ricerca sulle sementi è costante per testare la qualità delle diverse varietà in condizioni climatiche e ambientali differenti.
La qualità del prodotto finale e l’idoneità al sito di coltivazione sono i primi fattori di selezione di una semente.
L’esperienza accumulata nel tempo ci permette di adottare soluzioni mirate anche per operazioni standardizzate come la semina.

Proteggiamo le nostre insalate, foglia per foglia.

preparazione del campo

LA COLTIVAZIONE


Prendiamo tutte le precauzioni necessarie per proteggere le colture e facilitarne uno sviluppo sano e regolare, al fine di ottenere un prodotto qualitativamente elevato.
La gestione della coltura è accurata per quanto riguarda sia gli aspetti fitosanitari, sia la sicurezza alimentare. Rispetto al campo aperto, la serra è un ambiente “controllato” e quindi, sotto alcuni punti di vista, in grado di offrire prodotti più sani. Una scerbatura manuale è effettuata regolarmente per eliminare completamente l’uso dei diserbanti. Le aree di coltivazione sono recintate con reti per evitare l’ingresso di animali o personale estraneo.

Non possiamo cambiare il clima, ma possiamo monitorarlo e gestirlo.

IL MONITORAGGIO METEO


monitoraggio meteo Centraline e stazioni di registrazione sono presenti su ogni nostro insediamento produttivo per registrare ed elaborare in tempo reale i dati meteorologici e permetterci di prendere tutte le decisioni necessarie affinché i mutamenti climatici incidano il meno possibile sulla qualità e sulla regolarità della nostra produzione. Conoscere in anticipo quali saranno le condizioni climatiche ci permette anche di mettere in atto misure preventive di mitigazione per limitare il più possibile l’uso di fitofarmaci. Il monitoraggio dell’intensità luminosa è fondamentale per la qualità finale del prodotto, ma una gestione attenta dell’ombreggiamento delle serre ci consente di ottenere una qualità costante nel tempo.

Dal campo alla spedizione, nel minor tempo possibile.

raccolta

LA RACCOLTA


Giornalmente verifichiamo lo stadio di sviluppo di ogni nostra coltura, valutando attentamente se essa abbia raggiunto le caratteristiche qualitative, di forma e colore, ideali per procedere alla sua raccolta.
La pianificazione attenta ci permette di effettuare raccolte “just in time” per garantire una shelf-life ancora più duratura. La raccolta del prodotto è completamente meccanizzata, eseguita con macchine raccoglitrici di ultima generazione (anche elettriche) in grado di preservare al massimo le qualità organolettiche delle insalate e l’integrità delle singole foglie.

Assenza di corpi estranei.

corpi estranei

I CONTROLLI CORPI ESTRANEI


La costante adozione di misure preventive e di formazione del personale è il primo passo verso l’obiettivo di un prodotto sicuro. Facciamo del nostro meglio per prevenire la presenza di corpi estranei nel prodotto, mettendo in atto anche una serie di approfonditi controlli post-raccolta.
La cernita del prodotto inizia già in fase di raccolta, sia manualmente sia per mezzo di elementi scuotitori integrati nelle macchine raccoglitrici. In seguito, prima della spedizione, il prodotto è ulteriormente selezionato attraverso un banco di cernita e l’impiego di selezionatrici ottiche, in grado di rilevare ed espellere gli elementi estranei. Per il prodotto confezionato viene effettuato anche il controllo in linea con metal detector.

Il freddo conserva la qualità.

IL CICLO DEL FREDDO


celle frigoUna catena del freddo efficiente garantisce una shelf-life duratura e il mantenimento delle caratteristiche organolettiche del prodotto.
Il ciclo del freddo inizia nella fase immediatamente successiva alla raccolta: dopo una prima umidificazione, per evitare una disidratazione durante il raffreddamento, l’insalata viene posta in apposite celle in grado di portare la temperatura al cuore del prodotto a 3/4°C in poche ore, e successivamente stoccata in bancali all’interno di celle refrigerate a 3°C.
Entro le successive 12 ore i bancali vengono affidati ad automezzi coibentati e refrigerati idonei per il trasporto in tutta Europa.

 

Il prodotto confezionato.

LA VALORIZZAZIONE


Il passaggio conclusivo del nostro processo produttivo è la valorizzazione, che comprende tutti le operazioni necessarie a consegnare sia un prodotto confezionato di 1° gamma, sia una serie di servizi accessori dedicati che assecondi le richieste di ogni singolo cliente.
Una volta raccolto, cernito e raffreddato, il prodotto viene trasportato su nastri da carico, pesato e dosato, in un processo interamente meccanizzato, che si conclude con il confezionamento.
Le confezioni possono essere mono-prodotto oppure contenere prodotti miscelati fra loro.
Solo per la valerianella è effettuata anche un’operazione di prelavaggio, per eliminare eventuali residui sabbiosi.

 

IFS-BRC Food